Due nomi e qualche pensiero prima di iniziare

Le cose nascono così, da un’idea remota. Ne iniziai a parlare con l’amico Nicolò Carandini ai Community Days svolti a Roma nel settembre 2013. Una di queste sere, dopo anni di buoni propositi, ho deciso di fare sul serio e aprire questo spazio. Ultimamente mi ero allontananto dal mondo delle community e la cosa non mi faceva stare bene per niente. Ora mi sto riprendendo da un periodo difficile e sento di dover dare il mio contributo, per quanto mi è possibile. Questo non significa che d’ora in poi smetterò di scrivere per altri network, come mi è già capitato in passato. La prendo come una cosa per fare esperienza. Piuttosto che prendere testate per la propria inesperienza è meglio farsi le ossa sbagliando e poi migliorare nel tempo. Non sarà un’avventura con grandi pretese, vediamo come si evolverà. Per il momento ringrazio tutti quelli che mi hanno sempre sostenuto, a partire dai ragazzi di una community a cui sono molto legato, AspItalia, in particolare Marco De Sanctis e Daniele Bochicchio. Ringrazio anche Mauro Servienti, vedendo il suo blog ho deciso definitivamente di buttarmi in questa avventura, tra l’altro è una persona spettacolare, quando ci troviamo agli eventi, per quanto ci ho parlato. In ultimo ringrazio Andrea Saltarello per le chiacchierate fatte tra una pausa e l’altra, durante gli eventi, Sicuramente recensirò il suo ultimo libro appena mi arriverà in una mattina di settembre in ufficio (si spera). Comunque sia, perdonatemi se questo primo post è molto diretto è personale ma ho deciso di debuttare così. In realtà oltre a questi signori ci sarebbero tante di quelle persone da ringraziare che non finirei mai. Il punto é che quando ti allontani da una cosa che ti sta a cuore, in questo caso le community, ne senti la mancanza, per il clima, le chiacchierate, l’atmosfera. Ora mi sento pronto per tornare in “famiglia”. Questo blog sarà interamente in italiano. Non so ancora il target preciso, forse non ci sarà mai, tuttavia aspettatevi articoli sullo stack ASP.NET, C# e Roslyn, poi vedremo come si evolverà. m.